Svizzera – 10 spunti per chiudere un bunker

fonte: frecciaspezzata.noblogs.org

In questo paese esistono bunker sotterranei e altre strutture in cui delle persone sono costrette a vivere. Noi vogliamo eliminarli!

1. Presa di coscienza: Nessuna persona dovrebbe per alcun motivo vivere sottoterra e non avere la possibilità di autodeterminarsi. Avvicinati ai centri, spezza l’isolamento, parla con le persone che ci vivono, conoscile, ascolta le loro storie: Arrabbiati!

2. Fai girare la voce: scrivi, invita, discuti con chiunque possa essere sensibile alla questione, organizza punti d’incontro; più si è più c’è possibilità di aumentare il raggio d’azione!

3. Trasforma la rabbia in azione: La solidarietà è un’arma potentissima! I bunker non si chiuderanno da soli e nessun* li chiuderà finché non ci si mette in gioco. Qualunque azione in solidarietà alle persone che stanno dentro sarà utile alla chiusura.

4. Un bunker vuoto è un bunker chiuso e ci sono già diverse esperienze in Svizzera che ce lo insegnano: trovare alloggi alternativi, rispettando le volontà delle persone recluse, potrebbe essere provvidenziale nella chiusura stessa. Ospitarle a casa propria è una possibilità, occupare alcune delle numerose case vuote in questo cantone è un’altra. Perché non provare?

5. Se c’è un bunker è perché c’è chi lo gestisce. Ci sono diverse aziende che lucrano sulla pelle dei/delle migranti come per esempio Croce Rossa, Caritas, ORS, Securitas. Non supportare, boicottare e mettere sotto pressione sono metodi sicuramente efficaci per scoraggiarle a continuare in questo business.

6. Non dimentichiamo le istituzioni, principali mandanti di questa situazione! Tenere anche loro sotto pressione continua, lottare contro la xenofobia perpetrata da politici e media, non dare alcuno spazio al razzismo è fondamentale!

7. Istituzioni e aziende sono fatte di persone e queste persone hanno dei nomi. Facciamo emergere i protagonisti e i principali approfittatori di questa situazione di segregazione. Scoraggiare personalmente, fare emergere le responsabilità di ogni aguzzino, fermare il motore di questa macchina.

8. Vuoi conoscere altri spunti? Ne hai anche tu da proporre? Contatta il collettivo tramite l’indirizzo: r-esistiamo[at]riseup.net

LOTTIAMO INSIEME PER LA CHIUSURA DEI BUNKER
E LA LIBERTÀ DI TUTT*!

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.