Torino: arresti per chi si oppone alle retate nei quartieri


Torino. È scattato questa mattina all’alba un intervento repressivo della Digos che ha portato all’arresto di quattro anarchici e dell’esecuzione di due obblighi di dimora. L’operazione ha coinvolto nove compagn* che frequentano l’Asilo occupato di via Alessandria. Le misure sono state ordinate dal gip Loretta Bianco su richiesta del solito pm Antonio Rinaudo. In totale si tratta di cinque mandati di arresto e quattro divieti di dimora. Qui la notizia pubblicata da Macerie.
Le/i compagn* sono accusati di aver tentato di bloccare una retata contro i senza-documenti del quartiere il 2 febbraio passato. Non sappiamo ancora se abbiano arrestato tutti e cinque i ricercati o solo quattro. Tra di loro c’è Paolo, che domani avrà, insieme ad altri,  l’udienza per la Sorveglianza speciale, e proprio a questa udienza sembrano essere collegati gli arresti di oggi (ascolta su Radio Onda Rossa l’intervento di un compagno  sugli arresti, le mobilitazioni a venire e le udienze di domani) . Da segnalare il fatto che le telefonate tra solidali per avvertire della retata in corso sono state considerate aggravanti.
Domenica 24 maggio alle ore 17, presidio sotto il carcere di Torino, in solidarietà agli arrestati di oggi e a Francesco, Graziano e Lucio, accusati di un sabotaggio al cantiere di Chiomonte.
A breve seguiranno aggiornamenti.
Solidarietà con i/le compagn* arrestati
Liber* tutt*!
davantialcarcere1
This entry was posted in General. Bookmark the permalink.