Appello per le giornate antiFrontex dappertutto! 21-23 maggio 2016

Traduzione da: Migracja.noblogs

AntiFrontex 21-23 maggio 2016

frontexQuest’anno più che mai abbiamo bisogno del vostro supporto per dire NO alle politiche migratorie dell’Unione europea e allle attività criminali della sua agenzia di controllo delle frontiere, Frontex.

La chiusura delle frontiere della ricca Europa per escludere i paesi del Sud e dell’Est – saccheggiati e tenuti in condizioni di povertà – mira a preservare le disuguaglianze su entrambi i lati. Le frontiere non funzionano solo verso l’esterno. La stretta sui confini provoca una crescente limitazione dei diritti delle persone e della libertà anche qui, in Europa. Spostare il “problema” della migrazione su paesi come la Turchia, ignorare la morte di migliaia di persone nel Mediterraneo, la detenzione di coloro che cercano aiuto e una vita migliore in Europa, sono direttamente collegati col preservare il capitalismo come sistema, nella sua variante più sanguinaria.

Le condizioni di lavoro per coloro che sono impiegati illegalmente in Europa, su scala di massa, spesso non sono differenti dalla schiavitù. Solo una piccola percentuale di coloro che richiedono l’asilo ottengono i documenti che consentono loro di sfuggire al destino di lavoratori illegali. Mantenere i migranti in una posizione precaria serve solo allo sfruttamento economico, rende possibile liberarsi rapidamente di loro ogni volta che reclamano un qualsiasi loro diritto e permette contemporaneamente di mantenere bassi i salari per i lavoratori locali che possono sempre essere sostituiti da lavoratori sottopagati illegali. L’isteria anti-migranti in tutta Europa rappresenta un cinico gioco politico il cui scopo è quello di mantenere il potere e il privilegio dei pochi benestanti.

Da alcuni anni a Varsavia, in occasione dell’anniversario della nascita dell’agenzia, che coincide con quello dell’omicidio razzista di Max Itoya, un’alleanza di gruppi e attivisti in solidarietà con i migranti organizza le giornate AntiFrontex. Quest’anno non vogliamo limitare le azioni alla capitale della Polonia, dove si trova il quartier generale di Frontex. Vogliamo invitare vari gruppi e le persone in luoghi diversi ad esprimere la loro solidarietà con i migranti e i lavoratori. Diciamo insieme: noi non consentiremo le politiche di sfruttamento e di esclusione che chi ha il potere cerca di imporci.

Le date dal 21 al 23 maggio devono essere giornate di opposizione alle politiche di Frontex e della UE nei confronti dei rifugiati. Vi invitiamo ad organizzare azioni di solidarietà nelle vostre località, in modo da poter tutti essere in grado di diffondere il nostro mancato consenso al discorso del potere dominante. Che eventi, incontri, iniziative artistiche, manifestazioni e azioni dirette e tutte le attività che considerate rilevanti nel contesto locale, rappresentino una protesta ferma e coraggiosa contro le politiche dell’UE. Scegliete voi stessi la forma di azione che trovate più adatta.

Vi preghiamo di inviarci informazioni che documentano gli eventi, i vostri appelli, articoli o altri elementi di quello che farete, in modo che tutti noi possiamo condividerli tramite il nostro sito e ispirarci l’un l’altro ad agire.

Migracja.noblogs.org

Scrivici a: antyfrontex [at] Riseup [dot] net

NO al regime delle frontiere a alle politiche di sfruttamento!

This entry was posted in dalle Frontiere, General and tagged , . Bookmark the permalink.