UK – Respinta retata anti-migranti a Deptford, furgone razzista distrutto

Fonte: rabble.org.uk

deptford-van-1Lo scorso lunedì pomeriggio, il quartiere di Deptford, a sud-est di Londra, ha respinto il team retate dell’ufficio Immigrazione degli Affari Interni. I bulletti degli Affari Interni, a quanto si dice, erano stati avvistati diverse volte nelle settimane precedenti mentre facevano le cosiddette “raccolte di informazioni”, vale a dire molestando i negozianti per avere il permesso di svolgere “operazioni” nei loro locali, così da evitare la scocciatura di chiedere un mandato al tribunale.

Lunedì 13 giugno sono tornati in forze, ma la gente li ha cacciati e mandati via a mani vuote. Sono partiti con diverse auto civetta ma hanno abbandonato in strade secondarie i loro furgoni razzisti, successivamente ristrutturati con finestrini rotti e messaggi scritti con le bombolette.

La notte successiva, sono apparsi manifesti lungo tutta la strada principale di Deptford per spiegare quello che era successo.

deptford-posterÈ importare mantenersi all’erta. È possibile che la resistenza abbia allontanato le retate per un po’: dopo la resistenza della scorsa estate, al mercato di East Street non ci sono state visite per quasi un anno. Ma questa certezza non si può garantire, potrebbero tornare ogni giorno per vendicarsi. Il manifesto dice: “I bulli dell’ufficio immigrazione (UKBA) sono stati avvistati per tutta la scorsa settimana nei dintorni della strada principale di Deptford, molestando i negozianti. Lunedì sono tornati per le retate contro i lavoratori e sono stati cacciati via. Nel nostro quartiere i/le migranti sono benvenut*. Poliziotti, ufficiali giudiziari, proprietari immobiliari non sono benvenuti! Risponderemo agli attacchi! network23.org/antiraids”

deptford-van-2Il mercato di Deptford è un obiettivo regolare delle retate degli Affari Interni, spesso fatte insieme a polizia, consiglio comunale e altri enti. Ad aprile c’è stata l’ultima grande retata. Come per gli altri mercati di strada di Londra (come quello di East Street), ci sono chiari collegamenti tra questi attacchi che mirano ai/alle migranti e gli attacchi più ampi sul quartiere, come quelli di proprietari immobiliari e autorità statali che collaborano per “ripulire” l’area, sgomberando tutte le persone considerate indesiderabili. Ma la resistenza sta crescendo. A Deptford c’è un banchetto informativo di “Deptford Anti Retate” ogni sabato nel mercato, e questo lunedì ha mostrato che le persone sono pronte al contrattacco.

This entry was posted in General and tagged , , , , . Bookmark the permalink.