Amburgo – Comunicato sulla perquisizione avvenuta al Plan B nel quartiere St. Pauli

Riceviamo e pubblichiamo la traduzione del comunicato originale che trovate a questo link. Ringraziando per il contributo vi ricordiamo che potete scriverci ad hurriya[at]autistici.org

 

Comunicato scritto martedì 19/7/2016 riguardo le perquisizioni avvenute lunedì 18/7/2016 nella casa Plan B a St. Pauli (Amburgo, Germania).

Ieri, con uno spiegamento di più di 250 poliziotti/e, tra cui la polizia di pronto intervento e le unità speciali con armi pesanti e mitragliatrici, sono entrati/e nella nostra abitazione Plan B a Hafenstrasse (quartiere St. Pauli, Amburgo).

Dozzine di poliziotti/e incappucciati hanno minacciato con le pistole gli abitanti e le altre persone presenti nella casa, esortandoli a tenere le mani alzate. Contemporaneamente nel cortile dell’abitazione accanto alla Hafenvokü (spazio sociale) sono state perquisite, ammanettate e arrestate brutalmente circa 30 persone. Hanno buttato giù il portone che non era nemmeno chiuso a chiave e sono entrati nel cortile devastandolo completamente.

Per motivare l’irruzione è stato presentato un mandato di perquisizione poco convincente contro una persona ignota che, in un luogo indefinito,  qualche mese prima aveva venduto a qualcuno una piccola quantità di marijuana e a cui aveva dato un posto da dormire. Durante la perquisizione in casa non sono state né trovate né sequestrate delle droghe. Ci intimidiscono con un’eccessiva repressione quando è palese che il nostro convolgimento nel traffico di droghe è basato su accuse infondate.

Vista l’accusa molto vaga e il fatto che non sia stato trovato niente di rilevante, ci sembra ovvio che questa perquisizione non si rivolga a un reato realmente commesso bensì sia stata messa in atto per intimidire gli abitanti del progetto Plan B. L’operazione di polizia costituisce a oggi l’apice della militarizzazione del quartiere (St.Pauli), aumentata visibilmente negli ultimi mesi. Quasi tutti i giorni la gente viene inseguita, buttata a terra e arrestata brutalmente dalla polizia. Vogliamo ricordare che il commissariato Davidswache (St. Pauli, Amburgo) ha ormai la densità più alta di poliziotti/e di tutta la Germania.

È ovvio che si tratta solo di una dimostrazione di potere della polizia di Amburgo, poiché trattiamo i rifugiati nel nostro quartiere come esseri umani, indipendentemente dal fatto che siano costretti a fare dei lavori illegalizzati dalle disumane politiche europee. Che la guerra contro le droghe è solamente una guerra contro gli essere umani ci viene dimostrato davanti alla nostra porta di casa. Continueremo a essere solidali con le persone colpite da questa cosiddetta guerra e continueremo a nominare il comportamento della polizia per quello che è: RAZZISMO.

Le/gli abitant/e della casa PlanB

This entry was posted in dalle Frontiere and tagged , , , . Bookmark the permalink.