Incendio nella tendopoli di San Ferdinando: le morti di stato gridano vendetta

fonte: Comitato lavoratori delle campagne.

Questa notte un incendio nella tendopoli di San Ferdinando ha provocato la morte di una persona e il ferimento di altre due. Si tratta dell’ennesimo gravissimo episodio che si consuma in questo luogo, dove da mesi i lavoratori e le lavoratrici resistono a tentativi di deportazione forzata, false promesse, minacce e repressione. L’incendio risveglierà l’esercito dei buoni sostenitori della nuova tendopoli, le istituzioni che non hanno mai ascoltato la lotta per reali alternative di vita e sulla cui coscienza deve essere questa morte, l’ennesima morte che grida vendetta ed è il tragico epilogo di un sistema che sfrutta, che si prende gioco delle vite di queste persone, sulla cui pelle organizza i propri giochi politici ed elettorali. I responsabili sono chiari e chi lotta tutti i giorni sa dove colpire. Le persone nella tendopoli si stanno riunendo in assemblea e si stanno organizzando, non possiamo che promettere che finché non ci sarà giustizia non ci sarà pace!

This entry was posted in dalle Frontiere and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.