Bologna – Venerdì 14 dicembre pranzo-presidio contro Bper, collaborazionista con il Cpr di Modena

Riceviamo e pubblichiamo.

BPER: BOIA. COMPLICI. DEI LAGER

La proprietà della struttura del CPR di Modena (Centro di Permanenza per il Rimpatrio, campo di internamento per migranti senza documenti) è in mano ad Alba Leasing, società di locazione finanziaria di cui BPER Banca è socio di maggioranza al 33,50%, ma partecipata anche dalla Banca Popolare di Sondrio, dalla Banca Popolare di Milano e dal Credito Valtellinese.

Chi altro se non delle banche potevano essere le complici di una simile nefandezza?

Per costoro il colore della pelle o la provenienza non fanno differenza, conta solo il colore dei soldi, si tratti di un lager per migranti o di usura legalizzata, si tratti di stranieri senza-documenti o cittadini italiani indebitati, tutto è lecito se c’è da guadagnarci. I padroni sono i primi a non fare differenza fra stranieri e autoctoni, ma si curano di sfruttarci in egual misura entrambi, non cadiamo dunque nella trappola del razzismo di stato. Se, come è noto, una banca vive abitualmente del lucro sulle sorti dei miserabili, come stupirsi della sua complicità nella costruzione dei lager per stranieri?

Per questi motivi e per tenere alta l’attenzione su questi aguzzini, a Bologna venerdì 14 dicembre, ore 13, ci sarà un pranzo contro la BPER davanti alla filiale di via Irnerio 23.

NESSUN CPR NÉ A MODENA, NÉ ALTROVE! BPER COMPLICE DEI LAGER PER MIGRANTI!

Nemiche e nemici delle frontiere

This entry was posted in dalle Galere and tagged , , , , . Bookmark the permalink.