Rivolta nel CIE di Brindisi – Restinco

AGGIORNAMENTI DEL 9 AGOSTO
Apprendiamo dalla stampa locale che un ragazzo ventiduenne sarebbe stato arrestato con l’accusa di aver appiccato l’incendio “negli alloggi del dormitorio”; l’arresto sarebbe stato reso possibile dalle telecamere installate all’interno del lager brindisino.
In seguito all’incendio sviluppatosi per il fuoco appiccato a lenzuola e materassi, sono stati resi inservibili oltre una ventina di posti letto.

SOLIDARIETÀ A CHI LOTTA CONTRO I CIE

Fonte Radiondarossa

Hi1nZodTCIE di Brindisi – Restinco in fiamme nel pomeriggio di lunedì 8 Agosto. Come accaduto in passato in altri CIE del paese, due sezioni su tre della struttura detentiva pugliese sono state rese inagibili grazie alla rivolta delle persone in esso recluse.

Negll’audio una corrispondenza che racconta del presidio che si stava tenendo sotto le recinzioni del CIE quando i reclusi hanno iniziato a dare alle fiamme le sezioni interne.

Al momento della corrispondenza risulta attiva la sola sezione C, mentre il resto dei reclusi è stato raggruppato negli spazi all’aperto del centro.

Corrispondenza dal CIE di Brindisi al termine del presidio solidale

Qui invece trovate alcune testimonianze audio registrate all’interno del CIE di Brindisi-Restinco

This entry was posted in dalle Galere and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.