Bloccati i fascisti a Dover e Calais!

Articolo tradotto da rabble.org.uk

– 1 striscione

– Un mucchio di trombette

– Un minibus

– la dignità rimasta

… questi sono alcuni degli elementi che i membri del triste equipaggio – composto da una trentina di fascisti assortiti – ha perso durante la manifestazione ‘Secure our Borders – Support the Truckers’ sulla rotonda del lungomare di Dover, in seguito all’azione di circa 40 antifascisti autonomi.

Il progetto fascista di ‘bloccare il porto’ era stato promosso da alcuni gruppuscoli sui loro siti di Facebook, in concomitanza con l’appuntamento di “Sauvons Calais” (l’evento anti-immigrazione organizzato al di là della Manica). L’ English Volunteer Force, il Fronte Nazionale, e le bandiere di White Power sono stati avvistati alla demo di Dover.

Come da tradizione, i fasci riuniti in un parcheggio sotto un cielo grigio, una volta avvistati gli antifascisti si sono rifugiati all’interno del giardino di un pub locale – che era chiuso. Sono stati così confinati nel giardino per un’ora fino a quando non hanno raggiunto i numeri necessari per muoversi.

Scortati dalla polizia di Kent, la Race Master si è trascinata nella sua marcia verso il mare, mentre gli antifa schivavano camion cercando di bloccare loro la strada ad ogni incrocio. E ‘stato bello vedere compagn* ben organizzati, che si muovevano rapidamente guardandosi le spalle l’un l’altr* in ogni momento – senza vedere mai un solo cartello UAF. Che i fasci siano stati in grado di lasciare il pub facendo le loro foto ricordo sulla rotonda è stato comunque un problema – che probabilmente si sarebbe potuto affrontare con numeri maggiori.

I fascisti sono stati poi scortati al loro parcheggio e se ne sono andati, apparentemente depressi senza aver fatto nemmeno un drink per celebrare. A tutto questo si aggiunge l’umiliazione finale: un minibus di cervelloni ha pensato che sarebbe stata una buona idea passare davanti e schernire la folla antifa, ma è stato bloccato al semaforo rosso. L’autista, in preda al panico, ha cercato di farsi strada tra i membri della folla, ma il furgone è stato fermato in mezzo alla strada. L’autista è stato arrestato (presumibilmente per guida pericolosa) e ha finito per fare la passeggiata della vergogna sulla macchina della polizia, prima che il minibus venisse confiscato . Due dei nostri compagni sono stati arrestati – stiamo ancora aspettando notizie sui reati loro contestati.

Dall’altra parte del canale, la manifestazione “Sauvons Calais” è stata vietata dalle autorità locali, e compagni ci hanno detto che è una giornata tranquilla, senza gravi incidenti.

Altre info sulle manifestazioni a  DoverCalais

This entry was posted in dalle Frontiere. Bookmark the permalink.