Tag Archives: case

Rosarno – Non dimentichiamo, non perdoniamo

fonte: Comitato Lavoratori delle Campagne Ieri cinque foto e diverse scritte sono apparse sulle case, destinate ai lavoratori e alle lavoratrici immigrate ma ancora oggi vuote, di Contrada Serricella. Sono i volti delle ultime persone ammazzate da razzismo e sfruttamento … Continue reading

Posted in dalle Frontiere | Tagged , , , , | Commenti disabilitati su Rosarno – Non dimentichiamo, non perdoniamo

San Ferdinando – Aggiornamenti sullo sgombero della tendopoli: quello che nessuno dice

Fonte: Campagne in lotta IL GIORNO DOPO, AGGIORNAMENTI SULLO SGOMBERO “UMANITARIO” San Ferdinando (RC): lo sgombero procede disorganizzato e arbitrario. Molte persone hanno atteso in fila fino a notte per poter entrare nelle nuove tende, ma essendo ormai stracolme sono … Continue reading

Posted in General | Tagged , , , , , | Commenti disabilitati su San Ferdinando – Aggiornamenti sullo sgombero della tendopoli: quello che nessuno dice

San Ferdinando – Ordinato lo sgombero della tendopoli: non ci sono più scuse, è ora di agire

Fonte: Campagne in Lotta ORDINATO LO SGOMBERO DELLA TENDOPOLI: NON CI SONO PIÙ SCUSE, E’ ORA DI AGIRE! In queste ore agli abitanti della vecchia tendopoli di San Ferdinando stanno ricevendo l’ordinanza di sgombero, emessa ieri dal Comune, dando seguito … Continue reading

Posted in General | Tagged , , , , | Commenti disabilitati su San Ferdinando – Ordinato lo sgombero della tendopoli: non ci sono più scuse, è ora di agire

San Ferdinando (RC): dopo l’incontro di venerdì scorso arrivano le intimidazioni agli abitanti della tendopoli

Ancora un episodio di intimidazione verso le/gli abitanti della tendopoli che si autorganizzano per lottare per documenti, case e contratti. Lo scorso venerdì 1° febbraio nel corso di un’assemblea presso la sala comunale di San Ferdinando è stato fondato un … Continue reading

Posted in General | Tagged , , , , , , | Commenti disabilitati su San Ferdinando (RC): dopo l’incontro di venerdì scorso arrivano le intimidazioni agli abitanti della tendopoli